Statuto

Messaggio di errore

Notice: Undefined offset: 1 in counter_get_browser() (linea 70 di /home/gp1n14wx/public_html/sites/all/modules/counter/counter.lib.inc).

FONDAZIONE

“CENTRO DIURNO INTEGRATO

SERAFINO CUNI”

 VILLA DI SERIO

STATUTO

 

ART. 1 - DENOMINAZIONE

 E' costituita la Fondazione "Centro Diurno Integrato Serafino Cuni" - con sede legale a Villa  di Serio, Provincia di Bergamo in Piazza Europa n. 2.

La Fondazione non persegue finalità di lucro.

ART.2 - SCOPI ISTITUZIONALI

 La fondazione opera nel settore dell'assistenza sociale e socio-sanitaria per il perseguimento  in via esclusiva, di finalità di solidarietà sociale ed ha lo scopo prioritario di assistere le  persone anziane, disabili o a rischio di emarginazione anagraficamente residenti nei Comuni  fondatori.

 Subordinatamente all'avvenuto soddisfacimento dei bisogni assistenziali dei residenti nel  territorio dei Comuni fondatori, la Fondazione potrà rivolgere il proprio intervento a persone  anziane, disabili, o a rischio di emarginazione residenti nei comuni della Lombardia.

Inizialmente la Fondazione persegue il proprio scopo attraverso la gestione del Centro Diurno  Integrato di Piazza Europa in Villa di Serio; nel prosieguo potrà istituire servizi nel territorio  dei Comuni fondatori o in altri Comuni della Lombardia finalizzati comunque all'assistenza.

Non potrà compiere attività diverse da quelle istituzionali suddette ad eccezione delle attività  direttamente connesse.

 La Fondazione esaurisce le proprie finalità statutarie nell'ambito territoriale della Regione  Lombardia.

 ART. 3 - PATRIMONIO

 Il patrimonio della Fondazione è costituito da:

 Fondo di dotazione quantificato in €. 52.000,00 come risulta dall’atto costitutivo.

 Il patrimonio potrà essere incrementato con:

  Acquisti, lasciti e donazioni di beni mobili ed immobili pervenuti all'Ente a titolo di  incremento del patrimonio;

  Lasciti e donazioni con destinazione vincolata;

 Contributi regionali o statali finalizzati a spese di investimento;

  Sopravvenienze attive non utilizzate per il conseguimento degli scopi istituzionali.

 E' comunque fatto salvo l'obbligo di provvedere alla conservazione ed al mantenimento del  patrimonio.

 ART. 4 - MEZZI FINANZIARI

 La fondazione persegue i propri scopi mediante l'utilizzo di:

 a. Rette degli ospiti;

 b. Contributi gestionali correlati all'assistenza socio-sanitaria erogata agli ospiti;

 c. Contributi di persone fisiche e di persone giuridiche sia pubbliche che private;

 d. Proventi, lasciti e donazioni non destinati ad incrementare il patrimonio;

 e. Redditi derivanti dal patrimonio;

 f. Contributo derivante da prestazioni gratuite effettuate da personale infermieristico  generico e/o professionale.

 Gli utili o gli avanzi di gestione devono essere impiegati per la realizzazione della attività  istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

 E' vietata la distribuzione in qualsiasi forma, anche indiretta, di utili e di avanzi di gestione  nonché di fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione, salvo che nei casi  imposti o consentiti dalla legge.

 ART. 5 - ORGANI DELLA FONDAZIONE

 Sono organi della Fondazione:

 • Il Presidente

 • Il Consiglio di Amministrazione

 • Comitato di nomina

 • Revisore dei conti

 ART. 6 - IL PRESIDENTE E IL VICE-PRESIDENTE.

 Il Presidente è il delegato del Sindaco del Comune di Villa di Serio in quanto legale  rappresentante del Comune dove ha sede l’immobile della Fondazione.

Il Vice presidente è un delegato del Sindaco del Comune di Pradalunga.

ART. 7 - COMPITI DEL PRESIDENTE

IL Presidente del Consiglio di Amministrazione ha la legale rappresentanza della Fondazione  di fronte a terzi in giudizio.

 Spetta al Presidente:

 a. Determinare l'ordine del giorno delle sedute del Consiglio di Amministrazione;

 b. Convocare e presiedere le adunanze del Consiglio di Amministrazione;

 c. Sovrintendere all'esecuzione delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione;

 d. Assumere, nei casi d'urgenza ed ove non sia possibile una tempestiva convocazione del Consiglio di Amministrazione, i provvedimenti indifferibili e indispensabili al  funzionamento dei servizi gestiti dalla Fondazione con obbligo di sottoporre gli stessi a  ratifica del Consiglio di Amministrazione nella successiva adunanza, nell'ambito delle  competenze del Consiglio di Amministrazione di cui all'art. 8.

 In caso di assenza o temporaneo impedimento del Presidente, le relative funzioni sono svolte  dal Vice Presidente.

 ART. 8 - CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

 La Fondazione è retta da un Consiglio di Amministrazione composto da 5 membri nominati  dal Comitato di nomina ed è composto dal Presidente, dal Vice-Presidente e da tre  Consiglieri.

 I Componenti del Consiglio di Amministrazione devono essere in rappresentanza del Comune  di Villa di Serio in numero di tre, tra cui il Presidente, ed in rappresentanza del Comune di  Pradalunga in numero di due, tra cu i il Vice-Presidente.

 Il Consiglio di Amministrazione provvede all'amministrazione del patrimonio ed al  raggiungimento delle finalità della Fondazione nel modo che ritiene più confacente alla  necessità, in rapporto alle possibilità economiche e finanziarie.

 Il Presidente e i Consiglieri durano in carica tanto quanto l'Amministrazione Comunale da cui  provengono.

 ART. 9 - RIUNIONI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

 Il Consiglio è convocato dal Presidente con avviso scritto da inviare ai Consiglieri almeno  cinque giorni lavorativi prima di quello fissato per la riunione, con indicazione degli  argomenti da trattare. Il termine di cinque giorni può essere ridotto a tre in caso di provata  urgenza.

Il Consiglio di Amministrazione deve essere convocato quando ne faccia richiesta scritta due  quinti dei Consiglieri.

Le riunioni del Consiglio sono presiedute dal Presidente o in sua assenza dal Vice -  Presidente.

 Per la validità delle riunioni del Consiglio occorre la presenza di metà più uno dei Consiglieri  in carica, ad eccezione della ipotesi di cui all'art. 13 (il Presidente si computa alla stessa  stregua di un consigliere).

 Le deliberazioni sono prese a maggioranza assoluta dei voti dei presenti ed a votazione palese.

 In caso di parità prevale il voto di chi presiede. Ove si tratti di nomine o, comunque, di  deliberazioni relative a persone, le votazioni sono fatte a schede segrete.

 In caso di urgenza, previa accettazione unanime, il Consiglio di Amministrazione può  decidere la trattazione di argomenti non iscritti all'ordine del giorno, purché siano presenti  tutti componenti del Consiglio di Amministrazione.

Il Consiglio di Amministrazione potrà deliberare l'assegnazione di un'indennità di carica al  Presidente e di un gettone di presenza ai Consiglieri nei limiti previsti dalle vigenti  disposizioni di legge.

 Le spese sostenute dagli Amministratori per ragioni d'ufficio vengono rimborsate dalla  Fondazione.

I verbali delle riunioni del Consiglio di Amministrazione, regolarmente tenuti e trascritti in  apposito libro, sono firmati dal Presidente e dal Segretario.

 ART. 10 - COMPETENZE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

 Al Consiglio di Amministrazione compete:

 a. approvare il bilancio e il rendiconto annuale entro il 30 aprile;

 b. deliberare su alienazioni o incrementi del patrimonio;

 c. deliberare gli indirizzi strategici dell'attività e dell'organizzazione utili per il  raggiungimento delle finalità della Fondazione;

 d. deliberare il regolamento per disciplinare l'organizzazione, l'attività e il funzionamento del

 Centro Diurno Integrato per la quantificazione delle rette, per l'accettazione degli ospiti  per le dimissioni degli stessi a seguito di comportamento incompatibile con la vita di  Comunità;

e. nominare il Direttore Generale

 f. deliberare eventuali modifiche dello Statuto, su proposta del Presidente.

 Il Consiglio di Amministrazione può delegare al Direttore Generale l'assunzione di  determinate categorie di atti di propria competenza.

 Il titolare della delega dovrà informare il Consiglio di Amministrazione delle decisioni  assunte in virtù della delega conferita.

 ART. 11 – COMITATO DI NOMINA

 Il Comitato di nomina è organo consultivo della fondazione e di rappresentanza dei Comuni  Soci Fondatori con funzioni di vigilanza sul perseguimento dei fini e degli obiettivi della  Fondazione e sull’operato degli Amministratori.

 Spetta al Comitato di nomina la nomina del Presidente, del Vice-Presidente e dei Componenti  il Consiglio di Amministrazione, su proposta del Sindaco del Comune di Villa di  Serio(Presidente e due Consiglieri) e del Sindaco di Pradalunga (Vice-Presidente e un  Consigliere).

 Spetta altresì al Comitato la revoca per gravi motivi del Presidente, Vice-Presidente e  Componenti del Consiglio di Amministrazione. Spetta infine al Comitato la nomina del  Revisore dei Conti con le modalità di cui al successivo articolo 12.

 Il comitato di nomina è composto:

  dal Sindaco del Comune di Villa di Serio in qualità di Presidente;

  dal Sindaco del Comune di Pradalunga

  da un membro designato dal Consiglio Comunale di Villa di Serio

 Il Comitato di nomina è organo collegiale.

 In caso di votazione che consegua parità di voti avrà prevalenza il voto del Presidente.

 ART. 12 - REVISORE DEI CONTI

 Il revisore dei conti, con la funzione di controllare la regolarità amministrativa e contabile,  deve essere estraneo al Consiglio di Amministrazione e deve essere iscritto nel registro dei  Revisori contabili. E' nominato dal Comitato di nomina su una rosa di tre candidati segnalati  dal Comune di Pradalunga.

 Il Revisore dei Conti redige la relazione al rendiconto. Le relazioni ed i verbali del Revisore  sono riportati su apposito libro - verbali debitamente sottoscritto dal Revisore.

 Il Revisore dura in carica tre anni e non può essere rinominato più di una volta consecutiva.

 ART. 13 - IL DIRETTORE GENERALE

 Il Direttore Generale della Fondazione è nominato dal Consiglio di Amministrazione.

 Egli partecipa alle riunioni del Consiglio di Amministrazione con funzioni di consulenza  tecnica.

 Al Direttore Generale spetta:

 a. dare attuazione alle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione;

 b. assicurare l'ordinaria amministrazione dell'Ente;

 c. il coordinamento della gestione operativa e la responsabilità del funzionamento dei servizi  della Fondazione;

 d. predisporre gli schemi del bilancio e del rendiconto annuale;

 e. ogni altro compito che non compete in modo specifico ad altri organi della Fondazione;

 f. coordina il personale dell’Ente;

 Il Consiglio di Amministrazione si avvale di un Segretario per la verbalizzazione delle sedute  e delle deliberazioni assunte.

 L'incarico di Segretario può essere conferito al Direttore Generale.

 ART. 14 - MODIFICHE STATUTARIE

 Salvo l'inviolabilità assoluta dello scopo della Fondazione, il presente Statuto potrà essere  modificato soltanto con delibera del Consiglio di Amministrazione in seduta alla quale  partecipino tutti i membri e con votazione non inferiore ai quattro quinti dei Consiglieri in  carica.

 Le modifiche allo Statuto non possono essere apportate senza l’approvazione preventiva dei  Consigli comunali di Villa di Serio e Pradalunga.

 ART. 15 - SCIOGLIMENTO

 In caso di scioglimento della Fondazione, su conforme delibera del Consiglio di  Amministrazione, per qualunque causa, il patrimonio sarà devoluto, secondo l’accordo fra gli  organi della Fondazione e le Amministrazioni Comunali dei Comuni Soci fondatori di Villa di  Serio e Pradalunga, in modo tale da assicurare un reimpiego avente destinazione e finalità  conformi allo scopo della Fondazione, quale risultante dall’articolo 2, sentito l'organismo di  controllo di cui all'art. 3, c. 190 , L. 23.12.1996 n. 662, salvo diversa destinazione imposta  dalla legge vigente al momento dello scioglimento.

 Il Consiglio di Amministrazione che delibera lo scioglimento della Fondazione designa i  liquidatori.

 ART. 16 - NORME GENERALI

 Per quanto non previsto nel presente Statuto si intendono richiamate le norme del Codice  Civile e le Leggi vigenti in materia.

Attività

Lunedì 15 Luglio

Mattino

Uscita al mercato e lettura del giornale.

Pomeriggio

Ginnastica di gruppo e attività con educatore in piccolo gruppo e canti per finire la giornata in allegria.

Martedì 16 Luglio

Mattino

Fisioterapia e lettura giornale con approfondimenti.

Pomeriggio

Tombola con volontarie ed attività in piccolo gruppo con educatrice

Mercoledì 17 Luglio

Mattino

Fisioterapia e lettura del giornale.

Pomeriggio

Laboratorio manuale.

Giovedì 18 Luglio

Mattino

Fisioterapia, lettura giornale, attività manuale e uscita con volontaria.

Pomeriggio

Laboratorio di sollecitazione cognitiva con educatore e uscita al aprco degli Alpini di Nembro.

Venerdì 19 Luglio

Mattino

Ginnastica di gruppo, lettura giornale.

Pomeriggio

Incontro con ragazza del CAG.

Sabato 20 Luglio

Mattino

Fisioterapia ed uscita con volontarie

Pomeriggio

Lettura giornale

Immagini

12
11
10
9
8
7
6
5
4
3
2
1